Le nuove assunzioni nella PA diventino motore di cambiamento

“Un’occasione irripetibile per rinnovare e ringiovanire la Pubblica Amministrazione, purché si stabiliscano da subito le regole del ricambio e si introducano criteri di valutazione basati sul merito e sul raggiungimento degli obiettivi”: lo ha detto Giorgio Ambrogioni, Presidente CIDA, commentando la notizia della possibile assunzione di 500.000 giovani, in quattro anni, nella P.A. per compensare…

Più export dalle PMI con l’inserimento di veri manager

“Il Mise ha rifinanziato gli incentivi all’export del ‘made in Italy’ con 26 mln destinati alle piccole e medie imprese che si avvalgono dei ‘temporary export manager’; un provvedimento sicuramente utile, ma che va gestito con oculatezza per poterne dispiegare tutte le potenzialità”. E’ quanto afferma Giorgio Ambrogioni, presidente CIDA. “Il decreto ministeriale del Mise…

Più export dalle PMI con l’inserimento di veri manager

“Il Mise ha rifinanziato gli incentivi all’export del ‘made in Italy’ con 26 mln destinati alle piccole e medie imprese che si avvalgono dei ‘temporary export manager’; un provvedimento sicuramente utile, ma che va gestito con oculatezza per poterne dispiegare tutte le potenzialità”. E’ quanto afferma Giorgio Ambrogioni, presidente CIDA. “Il decreto ministeriale del Mise…

Occupazione: solo dalla formazione un vero aiuto ai giovani

L’allarme occupazione giovanile lanciato oggi dal Centro Studi Confindustria è una diretta conseguenza della separazione esistente fra i mondi della scuola e del lavoro. Una distanza aggravata dal progresso tecnologico applicato ai processi produttivi che rende obsolete le figure professionali tradizionali, e mina il successo di iniziative di per sé valide come quella di Industria…

Occupazione: solo dalla formazione un vero aiuto ai giovani

L’allarme occupazione giovanile lanciato oggi dal Centro Studi Confindustria è una diretta conseguenza della separazione esistente fra i mondi della scuola e del lavoro. Una distanza aggravata dal progresso tecnologico applicato ai processi produttivi che rende obsolete le figure professionali tradizionali, e mina il successo di iniziative di per sé valide come quella di Industria…

Scuola: è possibile un nuovo dialogo con il mondo del lavoro

“Le statistiche dell’Ocse ‘bocciano’ gli universitari italiani perché preferiscono le facoltà umanistiche a scapito di quelle tecnico-scientifiche, affacciandosi così impreparati ad un mercato del lavoro dinamico e competitivo. Ma bisognerebbe aggiungere che anche i livelli retributivi del nostro personale docente sono in fondo alle classifiche dei Paesi industrializzati, che il ruolo finalmente riconosciuto ai manager-presidi…

Scuola: è possibile un nuovo dialogo con il mondo del lavoro

“Le statistiche dell’Ocse ‘bocciano’ gli universitari italiani perché preferiscono le facoltà umanistiche a scapito di quelle tecnico-scientifiche, affacciandosi così impreparati ad un mercato del lavoro dinamico e competitivo. Ma bisognerebbe aggiungere che anche i livelli retributivi del nostro personale docente sono in fondo alle classifiche dei Paesi industrializzati, che il ruolo finalmente riconosciuto ai manager-presidi…

Manovra, come evitare un buco nell’acqua

Gli economisti spiegano che quando il mercato è ‘sottile’, singoli movimenti delle variabili sono in grado di determinare vaste conseguenze: così in agosto, con l’informazione economica rarefatta, un paio di positivi dati Istat – produzione industriale e andamento del PIL – hanno suscitato alcune reazioni di natura politica che stanno addirittura condizionando le basi della…