IN QUESTA SEZIONE È POSSIBILE VISUALIZZARE I COMUNICATI STAMPA, I DOCUMENTI E LE PRESE DI POSIZIONE DI CIDA

null

DEF: i tagli alla spesa non pregiudichino i servizi ai cittadini

“Nessuno mette in dubbio le capacità del ministro dell’Economia nel percorrere un ‘sentiero stretto’ fra contenimento del disavanzo e stimolo alla crescita, ma se i tagli alla spesa pubblica si traducono in un peggioramento dei servizi resi alla collettività, la conclusione di questa manovra sarà quella ridurre la qualità della vita”: lo ha detto Giorgio…

Continua

Fincantieri: da Lione atteso segnale politico per l’UE

“Ci auguriamo che domani, da Lione, venga l’annuncio di un accordo fra Italia e Francia su Fincantieri-Stx: vorrebbe dire che la visione politica ha avuto la meglio sulla tattica di breve periodo e che esiste un’idea di Europa non astratta, ma in grado di unire e di produrre valore e ricchezza per tutti”: lo ha…

Continua

Fincantieri: da Lione atteso segnale politico per l’UE

“Ci auguriamo che domani, da Lione, venga l’annuncio di un accordo fra Italia e Francia su Fincantieri-Stx: vorrebbe dire che la visione politica ha avuto la meglio sulla tattica di breve periodo e che esiste un’idea di Europa non astratta, ma in grado di unire e di produrre valore e ricchezza per tutti”: lo ha…

Continua

Alternanza Scuola Lavoro: CIDA e Regione Toscana firmano protocollo

La cultura e l’esperienza manageriale al servizio dei giovani, per aiutare gli studenti ad avvicinarsi al mondo del lavoro, affinché ne possano capire le problematiche, apprenderne i valori e, al termine del percorso formativo, renderne più facile l’accesso. Sono queste le finalità del protocollo d’intesa siglato fra Regione Toscana e Cida Toscana. Giunge così a…

Continua

Alternanza Scuola Lavoro: CIDA e Regione Toscana firmano protocollo

La cultura e l’esperienza manageriale al servizio dei giovani, per aiutare gli studenti ad avvicinarsi al mondo del lavoro, affinché ne possano capire le problematiche, apprenderne i valori e, al termine del percorso formativo, renderne più facile l’accesso. Sono queste le finalità del protocollo d’intesa siglato fra Regione Toscana e Cida Toscana. Giunge così a…

Continua

Le nuove assunzioni nella PA diventino motore di cambiamento

“Un’occasione irripetibile per rinnovare e ringiovanire la Pubblica Amministrazione, purché si stabiliscano da subito le regole del ricambio e si introducano criteri di valutazione basati sul merito e sul raggiungimento degli obiettivi”: lo ha detto Giorgio Ambrogioni, Presidente CIDA, commentando la notizia della possibile assunzione di 500.000 giovani, in quattro anni, nella P.A. per compensare…

Continua

Le nuove assunzioni nella PA diventino motore di cambiamento

“Un’occasione irripetibile per rinnovare e ringiovanire la Pubblica Amministrazione, purché si stabiliscano da subito le regole del ricambio e si introducano criteri di valutazione basati sul merito e sul raggiungimento degli obiettivi”: lo ha detto Giorgio Ambrogioni, Presidente CIDA, commentando la notizia della possibile assunzione di 500.000 giovani, in quattro anni, nella P.A. per compensare…

Continua

Più export dalle PMI con l’inserimento di veri manager

“Il Mise ha rifinanziato gli incentivi all’export del ‘made in Italy’ con 26 mln destinati alle piccole e medie imprese che si avvalgono dei ‘temporary export manager’; un provvedimento sicuramente utile, ma che va gestito con oculatezza per poterne dispiegare tutte le potenzialità”. E’ quanto afferma Giorgio Ambrogioni, presidente CIDA. “Il decreto ministeriale del Mise…

Continua

Più export dalle PMI con l’inserimento di veri manager

“Il Mise ha rifinanziato gli incentivi all’export del ‘made in Italy’ con 26 mln destinati alle piccole e medie imprese che si avvalgono dei ‘temporary export manager’; un provvedimento sicuramente utile, ma che va gestito con oculatezza per poterne dispiegare tutte le potenzialità”. E’ quanto afferma Giorgio Ambrogioni, presidente CIDA. “Il decreto ministeriale del Mise…

Continua

Occupazione: solo dalla formazione un vero aiuto ai giovani

L’allarme occupazione giovanile lanciato oggi dal Centro Studi Confindustria è una diretta conseguenza della separazione esistente fra i mondi della scuola e del lavoro. Una distanza aggravata dal progresso tecnologico applicato ai processi produttivi che rende obsolete le figure professionali tradizionali, e mina il successo di iniziative di per sé valide come quella di Industria…

Continua